Ascesso dentale

Specializzazione di Odontoiatria

Che cos’è l’ascesso dentale?

Gli ascessi, a volte chiamati ascessi gengivali, sono il risultato di un’infezione nella bocca, spesso causata da infezione gengivale, infezione dentale o da una cavità (buco) presente nel dente. L’ascesso corrisponde a una raccolta di pus nelle gengive, nel dente o nell’osso della bocca. Richiedono l’attenzione di un dentista ed è importante farli controllare, in quanto possono diffondersi ad altre aree del corpo e non si risolvono spontaneamente da soli. 

Sintomi dell’ascesso dentale

Si possono verificare alcuni dei seguenti sintomi:

  • Un dolore intenso pulsante e intermittente nella gengiva o nell’area interessata, che può peggiorare nel tempo e comparire improvvisamente 
  • Dolore o sensibilità quando si mastica e morde
  • Dolore o sensibilità al caldo e al freddo 
  • Gonfiore della guancia o di altre aree che circondano la bocca
  • Gengive rosse e gonfie
  • Possibili difficoltà a dormire, in quanto il dolore si intensifica in posizione sdraiata
  • Un cattivo gusto in bocca 
  • Alito cattivo
  • Febbre e, in generale, sensazione di malessere, soprattutto nei casi in cui l’infezione si è diffusa

Diagnosi per l’ascesso dentale

La diagnosi di un ascesso dentale è abbastanza semplice, infatti una volta conosciuta la sintomatologia del paziente, il medico già potrà capire che si tratta di un ascesso dentale in corso. In seguito si verificherà l’infezione, infatti la presenza di materiale purulento nella gengiva, nell’osso mandibolare o nella polpa del dente verrà accertata attraverso test come aspirazione o radiografia.

Quali sono le cause di un ascesso dentale?

L’igiene orale è essenziale. Non mantenere i denti e la bocca puliti può causare l’accumulo di batteri nel cavo orale. Questi batteri possono danneggiare i denti e le gengive, causando l’insorgenza di malattie gengivali che possono dare origine ad ascessi. Anche un sistema immunitario indebolito a causa di condizioni di salute come il diabete può causare ascessi. 
Mangiare cibi che favoriscono la crescita di batteri, come i cibi ricchi di zuccheri o amido e le bevande zuccherate, può provocare carie e causare la formazione di un ascesso. 
Gli ascessi possono inoltre essere causati da lesioni ai denti o alle gengive, in quanto i batteri sono in grado di penetrare nelle aree lesionate della bocca. 

Si può prevenire?

Mantenere una buona igiene dentale può ridurre il rischio che si sviluppino ascessi. È consigliabile spazzolare i denti almeno due volte al giorno, per almeno due minuti ogni volta, e usare il filo interdentale per pulire il bordo gengivale e lo spazio interdentale. 
Vanno evitate le bevande zuccherate in eccesso ed è consigliato ridurre il consumo di cibi ricchi di zuccheri e amido, quali pane, patate, riso, pasta e cereali. 
È bene effettuare visite dentistiche regolari, la cui frequenza viene consigliata dal proprio dentista, che ne stabilisce il momento migliore in base allo stato di salute dei denti. 

Trattamenti per l’ascesso dentale

L’ascesso dentale va per prima cosa trattato occupandosi della causa dell’infezione e drenando il pus dall’ascesso. 
Il trattamento varia a seconda della gravità dell’ascesso. Per drenare l’ascesso è possibile eseguire una piccola incisione nella gengiva. Di solito tale operazione è seguita da un trattamento ulteriore, in quanto non costituisce una soluzione permanente. Il dentista potrebbe raccomandare una devitalizzazione per rimuovere l’ascesso dalla radice interessata, che viene poi riempita. Se ciò non fosse possibile il dentista potrebbe estrarre il dente (ovvero rimuoverlo). 

A quale specialista rivolgersi?

In caso di ascesso dentale, è necessario rivolgersi ad uno specialista in Odontoiatria.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies