Flebite

Specializzazione di Angiologia

Che cosa è la flebite?

La flebite è un'infiammazione delle pareti venose, spesso causata dalla formazione di
coaguli di sangue (trombi). Pertanto, i termini flebite e tromboflebite sono utilizzati quasi
indistintamente. Ci sono due tipi di flebite: quella superficiale, prodotta in una vena della
pelle o la trombosi venosa profonda che si incontra nei tessuti sotto la pelle. Nel primo
caso, di solito la malattia è benigna e la prognosi è favorevole. Al contrario, il secondo caso
può evolversi in un problema serio: può accadere che il coagulo di sangue viaggi fino ai
vasi sanguigni dei polmoni, aggravandosi in un'embolia polmonare.

Quali sono i sintomi?

Quando la flebite è lieve è possibile che non si manifestino sintomi. In altri casi, i più
comuni sono: dolore, sensibilità, arrossamento (eritema) e rigonfiamento della vena. Può
comparire una febbre bassa sia nella flebite superficiale che in quella profonda.
Cause della flebite o perché si verifica
Le cause più frequenti di questa malattia sono di solito di natura infettiva, ma possono
anche essere dovute a traumi o a qualche scatenante tossico. In entrambi i casi, traumatici
e tossici, si presume l'esistenza di una possibile infezione, così come nei casi postoperatori.
Questi ultimi sono dati da un'infezione che può verificarsi a seguito di un intervento
chirurgico di qualsiasi classe e posizione.
I coaguli di sangue possono formarsi quando c'è un fattore che rallenta il corpo o cambia il
flusso di sangue nelle vene. Altre condizioni quali il cancro, i disturbi immunitari come il
lupus, il tabacco, essere inclini a sviluppare coaguli di sangue o prendere estrogeni o altre
pillole di controllo delle nascite possono condurre all'insorgere della flebite.

Si può prevenire?

In situazioni in cui non vi sia una corrente fluida di sangue si raccomanda di eseguire
determinati movimenti per facilitarla, ad esempio, quando si affrontano viaggi lunghi in
auto o in aereo. Si consiglia di camminare o allungare le gambe di tanto in tanto, bere molti
liquidi e indossare calzini da riposo.

Qual è il trattamento?

Alcuni metodi di compressione e avvolgimento contribuiscono alla riduzione del disagio.
Lo specialista può raccomandare analgesici, anticoagulanti per prevenire la formazione di
nuovi coaguli, soprattutto nei casi di flebite profonda, oppure trombolitici per sciogliere il
coagulo esistente.
I trattamenti meno comuni sono: la rimozione chirurgica di una vena vicino alla superficie
o il bypass della stessa vena pregiudicata.
Le misure che possono essere applicate dal paziente sono: togliere la pressione dall'area
interessata e ridurre così il dolore e il rischio di peggioramento, oltre a sollevare la zona
interessata per diminuire l'infiammazione.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies