Lesione alla cuffia dei rotatori

Specializzazione di Ortopedia e Traumatologia

Che cos’è una lesione alla cuffia dei rotatori?

La lesione alla cuffia dei rotatori è un processo infiammatorio o un danno parziale o totale ai tendini della spalla. La cuffia dei rotatori è un gruppo di quattro tendini che convergono e circondano la testa dell’omero da davanti, dietro e sopra. Questi tendini sono collegati individualmente a muscoli molto importanti che si inseriscono nella scapola. Quando si contraggono questi muscoli stimolano i tendini della cuffia dei rotatori, provocando i movimenti di elevazione, separazione e rotazione interna ed esterna, da cui il nome di “cuffia dei rotatori”.

Le principali lesioni che interessano la cuffia dei rotatori sono la tendinite e lo strappo:

  • La tendinite della cuffia dei rotatori si verifica quando i tendini dell’articolazione si infiammano;
  • Strappo della cuffia dei rotatori: quando uno dei tendini si stacca dall’osso. Lo strappo può essere parziale o totale e si può verificare improvvisamente o lentamente a partire da una tendinite.

Prognosi della malattia

Le lesioni alla cuffia dei rotatori sono dolorose e possono ostacolare la mobilità, incidendo sulla qualità della vita del paziente.

Quando non trattata in modo corretto una cuffia dei rotatori lesionata può causare rigidità e debolezza cronica, nonché usura progressiva dell’articolazione della spalla.

Sintomi della lesione alla cuffia dei rotatori

I sintomi principali della lesione alla cuffia dei rotatori sono:

  • Dolore e sensibilità nella spalla, che può estendersi al braccio;
  • Dolore intenso quando il braccio viene sollevato lateralmente, quando si sollevano pesi o quando si cerca di raggiungere qualcosa dietro di sé;
  • Dolore quando si dorme poggiando sulla spalla interessata;
  • Problemi di mobilità alla spalla.

Diagnosi per la cuffia dei rotatori

Il traumatologo inizierà con un esame obiettivo durante il quale eserciterà pressione in diversi punti della spalla e muoverà il braccio del paziente, oltre ad esaminare la forza delle braccia.

Se l’esame obiettivo non risulta conclusivo, si possono utilizzare esami di diagnostica per immagini, come l’ecografia, la radiografia o la risonanza magnetica.

Si può prevenire?

Le lesioni alla cuffia dei rotatori possono essere prevenute evitando le attività che le provocano, come alcuni sport in cui vengono eseguiti movimenti delle braccia simili a quelli dei giocatori di tennis o dei battitori di baseball. Così come anche alcuni lavori che richiedono lo sforzo delle braccia per diverse ore, come la falegnameria o la verniciatura di superfici. Fare esercizio fisico e rafforzare le spalle e le braccia sono dei buoni modi per prevenire le lesioni.

È importante usare ancora maggiore cautela nei casi di anamnesi familiare positiva e con l’avanzare dell'età.

Trattamenti per le lesioni alla cuffia dei rotatori

In alcuni casi un trattamento conservativo con riposo, esercizi di fisioterapia e l’applicazione di ghiaccio sono sufficienti per trattare la lesione alla cuffia dei rotatori. 

Qualora il trattamento conservativo non sia sufficiente, si possono prescrivere delle iniezioni per il dolore, delle sedute di fisioterapia o un intervento chirurgico per riparare il tendine, o anche per eseguire un trapianto di tendine. L’intervento può essere eseguito mediante chirurgia a cielo aperto o laparoscopia.

A quale specialista rivolgersi?

Il traumatologo e il chirurgo ortopedico sono gli specialisti qualificati per la diagnosi e la cura della condizione, soprattutto in caso sia necessario un intervento chirurgico. Anche il fisioterapista verrà coinvolto nel trattamento e nella riabilitazione della lesione.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies