Litoclasia

Creato: 2024-04-13

Che cos’è la litoclasia?

La litoclasia percutanea o ablazione è un trattamento ecoguidato utilizzato per la cura della tendinite calcifica della spalla, ovvero delle calcificazioni o accumulo di depositi di calcio a livello dei tendini della cuffia dei rotatori.

spalla

A cosa serve la litoclasia?

La litoclasia si esegue per sciogliere le calcificazioni della spalla, una delle cause principali per cui in età adulta si accusa dolore all’articolazione.

In cosa consiste?

Rispetto alla chirurgia tradizionale, la litoclasia è decisamente meno invasiva. Viene eseguita in anestesia locale e consiste nell'introduzione di un ecografo, in grado di localizzare i depositi di calcio. In seguito si procede all’inserimento di due semplici aghi che grazie all’utilizzo di una soluzione fisiologica riescono a sciogliere la calcificazione ed aspirarla.

La litoclasia, procedura preceduta da infiltrazione anestetica locale, si caratterizza per la sua bassa invasività e limitata sensazione di dolore. Con l'utilizzo di un apparecchio ecografico e sonda dedicate, il trattamento, condotto da un medico esperto in un ambulatorio ecografico, richiede approssimativamente 40 minuti e non implica fasi di immobilizzazione post-trattamento o complessi programmi di riabilitazione.

Le quattro fasi del trattamento di litoclasia

  • I° Fase - Preparazione del Paziente:

- Posizionamento agevole del paziente in posizione supina.

- Creazione di un campo sterile nel sito di introduzione dell'ago.

- Anestesia locale con ago sottile nel sottocute, nella borsa sub-acromion-deltoidea (SAD) e intorno alle calcificazioni.

  • II° Fase - Lavaggio della Calcificazione:

- Introduzione di due aghi nel contesto della calcificazione.

- "Lavaggio" della calcificazione mediante soluzione fisiologica, con il primo ago, causando la fuoriuscita del materiale calcifico frantumato sotto pressione dal secondo ago.

  • III° Fase - Riduzione dell'Infiammazione:
  • Iniezione di idrocortisone nella borsa SAD per un effetto anti-infiammatorio immediato e localizzato.
  • Guida ecografica per l'iniezione endobursale, evitando dispersioni pericolose nel tessuto tendineo circostante.
  • IV° Fase - Conclusione del Trattamento:
  • Medicazione cutanea con piccolo cerotto.
  • Applicazione di impacco di ghiaccio locale.
  • Breve attesa in ambulatorio per circa 20 minuti prima del rientro a domicilio, incluso il possibile utilizzo dell'auto.

Questo approccio all'avanguardia offre un'esperienza di trattamento efficiente e conveniente, consentendo al paziente di riprendere rapidamente la propria routine quotidiana.

Preparazione per la litoclasia

L’esecuzione di una litoclasia non prevede alcuna preparazione specifica. Il paziente, prima di sottoporsi all’esame, deve comunicare al personale sanitario se affetto da malattie relative alla coagulazione.

Recupero post intervento

Durante la fase post-operatoria il paziente verrà monitorato per circa un’ora, collocando del ghiaccio sulla parte trattata. Nei giorni successivi è necessario tenere l’articolazione a riposo ed eseguire un’ecografia dopo almeno un mese dall’intervento per verificare la buona riuscita dell’intervento.