RM collo

Che cos'è la RM al collo?

La risonanza magnetica del collo è un esame diagnostico che permette l’analisi dei tessuti molli del collo e della colonna cervicale. Viene considerato un esame di secondo livello a causa della variabilità delle immagini che si ottengono, che potrebbero non avere una buona qualità per problemi tecnici o movimenti del paziente durante la sua esecuzione. La TAC offre sicuramente dei risultati più stabili, ma non è in grado di fornire il contrasto dato dalla RM.

Perché si esegue?

La RM al collo si esegue spesso per analizzare eventuali patologie a carico di rinofaringe, orofaringe, ipofaringe e laringe, neoplasiche o infettive. In particolare, è utile per la diagnosi di ernie, tumori, difetti della colonna vertebrale, traumi e aneurismi.

In cosa consiste?

L’esame prevede l’utilizzo di uno scanner in grado di ricavare delle immagini della struttura del collo. Dura generalmente 30-45 minuti ed è necessario evitare di compiere qualsiasi movimento, per garantire un’alta qualità delle immagini prodotte.

Preparazione per la RM collo

La preparazione del paziente può variare a seconda dell’utilizzo o meno del mezzo di contrasto. Senza mdc non è necessario seguire norme particolari (tranne rimuovere qualsiasi oggetto di metallo prima di sottoporsi all’esame). Se invece si utilizza il mezzo di contrasto sarà necessario mantenere il digiuno per al meno 4 ore prima della RM.

Cosa si prova durante l’esame?

Il paziente deve stendersi in posizione supina, con una posizione neutra del collo e dovrà rimanere immobile per tutta la durata dell’esame. Questa particolare caratteristica è difficile da soddisfare, in quanto i movimenti sono molto frequenti (basti pensare alla deglutizione). La RM del collo è una procedura totalmente indolore.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..