Tendinite della caviglia

Che cos’è la tendinite alla caviglia?

La funzione dei tendini della caviglia è quella di trasmettere la forza necessaria per mobilizzare le articolazioni. Quando un tendine risulta sovraccaricato si parla di tendinite.

Pertanto, la tendinite alla caviglia corrisponde all’infiammazione dei tendini che si trovano intorno all’articolazione:

  • Tendine d’Achille: situato nella parte posteriore e collega il polpaccio al calcagno. La più frequente tendinite è proprio quella achillea;
  • Tendine tibiale anteriore: collega il muscolo tibiale anteriore al cuneiforme mediale, un osso del tarso del piede;
  • Tendine tibiale posteriore: unisce le ossa tarsali navicolare e cuneiforme mediale al muscolo tibiale posteriore;
  • I tre tendini laterali: situati nella parte laterale della caviglia, collegano i muscoli peronei alle ossa laterali del tarso del piede.

Prognosi della tendinite alla caviglia

La tendinite di solito non è grave, benché sia necessario seguire un corretto periodo di convalescenza per prevenirne il peggioramento.

Sintomi della tendinite alla caviglia

I sintomi principali della tendinite sono:

  • Dolore: coinvolge la caviglia ma può coinvolgere tutto il piede ed il polpaccio. Normalmente il dolore è più acuto subito dopo il risveglio o dopo lunghi periodi femi nella stessa posizione;
  • Difficoltà a muovere l’articolazione: soprattutto dopo lunghi periodi di immobilità, ma la rigidità si allevia con il movimento dell'articolazione;
  • Gonfiore: inizia come un gonfiore leggero che si accentua con il passare del tempo;
  • Schiocchi quando si muove l’articolazione;
  • Rigonfiamento.

Diagnosi della tendinite alla caviglia

Al fine di diagnosticare la tendinite lo specialista esamina l’area della caviglia alla ricerca di dolore, instabilità, gonfiore, calore e debolezza.

Possono inoltre essere necessari degli esami radiografici come la risonanza magnetica, per accertare che il dolore non sia una conseguenza di lesioni più gravi.

Quali sono le cause della tendinite alla caviglia?

La tendinite alla caviglia può essere causata da differenti fattori. I tre principali sono:

  1. Trauma: possono essere tanto infortuni acuti o piccoli traumi ripetuti nel tempo (come pre esempio l'utilizzo prolungato di calzature strette). Molte volte la tendinite traumatica deriva da distorsioni quindi gli sportivi ne sono più predisposti;
  2. Patologie come l'artrite reumatoide, l'artrite reattiva, la gotta e la spondilite anchilosante;
  3. Sovvraccarico sull'articolazione: movimento ripetuto che creando uno sforzo eccessivo genera una infiammazione. 

Inoltre, ci sono alcuni fattori di rischio che possono favorire il presentarsi di tendinite come alcune pratiche sportive, alcune tipologie di lavoro, l'utilizzo di calzature sbagliate e la presenza di alcune patologie.

Si può prevenire?

La tendinite può essere prevenuta seguendo alcune indicazioni, come ad esempio:

  • Riscaldarsi ed effettuare stiramenti prima di praticare sport
  • Indossare scarpe comode per l’esercizio
  • Riposarsi tra esercizi ripetuti
  • Idratarsi bene
  • Correggere gli errori tecnici

Trattamenti per la tendinite alla caviglia

Il trattamento della tendinite alla caviglia dipende dalla causa; per esempio, se si tratta di un sovraccarico sportivo è necessario correggere i fattori che lo determinano (sovrappeso, cattive condizioni fisiche, calzature inadatte, scarsa idratazione, ecc.).

Una volta comparsa la tendinite il tendine deve riposare e vanno trattati l’infiammazione e il dolore. Quando lo spasmo e il dolore si placano, prima di effettuare nuovamente gli esercizi di potenziamento, è necessario seguire un piano progressivo di stiramenti. Il tutto seguendo un piano medico e fisioterapico per evitare riacutizzazioni e/o peggioramenti.

I consigli medici più frequenti per la guarigione saranno quindi:

  • Uso di ghiaccio sulla zona infiammata;
  • Riposo completo da qualsiasi attività fisica;
  • Mantenere l'articolazione elevata (appoggiarla su un cuscino, tavolino...);
  • Farmaci antinfiammatori.

In alcuni casi può essere necessario un intervento chirurgico.

A quale specialista rivolgersi?

Lo specialista che tratta la tendinite alla caviglia è il Traumatologo.

20-05-2015
Top Doctors

Tendinite della caviglia

Dott. Gabriele Tabaracci - Ortopedia e Traumatologia

Creato il: 13-11-2012

Editato il: 20-05-2015

Editor: Sharon Campolongo

Che cos’è la tendinite alla caviglia?

La funzione dei tendini della caviglia è quella di trasmettere la forza necessaria per mobilizzare le articolazioni. Quando un tendine risulta sovraccaricato si parla di tendinite.

Pertanto, la tendinite alla caviglia corrisponde all’infiammazione dei tendini che si trovano intorno all’articolazione:

  • Tendine d’Achille: situato nella parte posteriore e collega il polpaccio al calcagno. La più frequente tendinite è proprio quella achillea;
  • Tendine tibiale anteriore: collega il muscolo tibiale anteriore al cuneiforme mediale, un osso del tarso del piede;
  • Tendine tibiale posteriore: unisce le ossa tarsali navicolare e cuneiforme mediale al muscolo tibiale posteriore;
  • I tre tendini laterali: situati nella parte laterale della caviglia, collegano i muscoli peronei alle ossa laterali del tarso del piede.

Prognosi della tendinite alla caviglia

La tendinite di solito non è grave, benché sia necessario seguire un corretto periodo di convalescenza per prevenirne il peggioramento.

Sintomi della tendinite alla caviglia

I sintomi principali della tendinite sono:

  • Dolore: coinvolge la caviglia ma può coinvolgere tutto il piede ed il polpaccio. Normalmente il dolore è più acuto subito dopo il risveglio o dopo lunghi periodi femi nella stessa posizione;
  • Difficoltà a muovere l’articolazione: soprattutto dopo lunghi periodi di immobilità, ma la rigidità si allevia con il movimento dell'articolazione;
  • Gonfiore: inizia come un gonfiore leggero che si accentua con il passare del tempo;
  • Schiocchi quando si muove l’articolazione;
  • Rigonfiamento.

Diagnosi della tendinite alla caviglia

Al fine di diagnosticare la tendinite lo specialista esamina l’area della caviglia alla ricerca di dolore, instabilità, gonfiore, calore e debolezza.

Possono inoltre essere necessari degli esami radiografici come la risonanza magnetica, per accertare che il dolore non sia una conseguenza di lesioni più gravi.

Quali sono le cause della tendinite alla caviglia?

La tendinite alla caviglia può essere causata da differenti fattori. I tre principali sono:

  1. Trauma: possono essere tanto infortuni acuti o piccoli traumi ripetuti nel tempo (come pre esempio l'utilizzo prolungato di calzature strette). Molte volte la tendinite traumatica deriva da distorsioni quindi gli sportivi ne sono più predisposti;
  2. Patologie come l'artrite reumatoide, l'artrite reattiva, la gotta e la spondilite anchilosante;
  3. Sovvraccarico sull'articolazione: movimento ripetuto che creando uno sforzo eccessivo genera una infiammazione. 

Inoltre, ci sono alcuni fattori di rischio che possono favorire il presentarsi di tendinite come alcune pratiche sportive, alcune tipologie di lavoro, l'utilizzo di calzature sbagliate e la presenza di alcune patologie.

Si può prevenire?

La tendinite può essere prevenuta seguendo alcune indicazioni, come ad esempio:

  • Riscaldarsi ed effettuare stiramenti prima di praticare sport
  • Indossare scarpe comode per l’esercizio
  • Riposarsi tra esercizi ripetuti
  • Idratarsi bene
  • Correggere gli errori tecnici

Trattamenti per la tendinite alla caviglia

Il trattamento della tendinite alla caviglia dipende dalla causa; per esempio, se si tratta di un sovraccarico sportivo è necessario correggere i fattori che lo determinano (sovrappeso, cattive condizioni fisiche, calzature inadatte, scarsa idratazione, ecc.).

Una volta comparsa la tendinite il tendine deve riposare e vanno trattati l’infiammazione e il dolore. Quando lo spasmo e il dolore si placano, prima di effettuare nuovamente gli esercizi di potenziamento, è necessario seguire un piano progressivo di stiramenti. Il tutto seguendo un piano medico e fisioterapico per evitare riacutizzazioni e/o peggioramenti.

I consigli medici più frequenti per la guarigione saranno quindi:

  • Uso di ghiaccio sulla zona infiammata;
  • Riposo completo da qualsiasi attività fisica;
  • Mantenere l'articolazione elevata (appoggiarla su un cuscino, tavolino...);
  • Farmaci antinfiammatori.

In alcuni casi può essere necessario un intervento chirurgico.

A quale specialista rivolgersi?

Lo specialista che tratta la tendinite alla caviglia è il Traumatologo.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.