Gestione del ciclo mestruale con la pillola contraccettiva

Gestione del ciclo mestruale con la pillola contraccettiva

Editato da: Veronica Renzi il 02/04/2024

L'uso della pillola contraccettiva è un metodo efficace per molte donne nel controllo delle nascite e nel gestire il ciclo mestruale. Tuttavia, possono verificarsi sanguinamenti inattesi durante l'assunzione, portando ad ansia e confusione. Scopriamo cosa sta dietro a questi sanguinamenti e come affrontarli

La pseudo mestruazione e lo Spotting

Durante l'utilizzo della pillola contraccettiva, alcune donne possono sperimentare sanguinamenti definiti "sospensione" o "pseudo mestruazione". Questo sanguinamento avviene durante il periodo di sospensione della pillola o durante l'assunzione delle pillole placebo, a causa di una instabilità dell'endometrio causata dai bassi dosaggi di ormoni presenti nella pillola. In circa il 6-8% delle donne, questa pseudo mestruazione potrebbe non verificarsi.

Inoltre, lo spotting, o sanguinamenti da "rottura", sono perdite di sangue di lieve intensità che possono verificarsi durante l'assunzione della pillola, principalmente nei primi mesi di utilizzo. Questi sanguinamenti sono causati dall'elevato effetto del progesterone sull'endometrio e si verificano nel 20-30% delle donne.

Gestire i sanguinamenti inattesi: quando preoccuparsi

La Società Italiana della Contraccezione (SIC) consiglia di rivolgersi al medico solo se la situazione persiste oltre i tre mesi di assunzione della pillola. Questo periodo è necessario affinché il corpo si adatti agli ormoni contenuti nella pillola. È importante sottolineare che la pseudo mestruazione non ha alcun risvolto sullo stato di benessere fisico, mentale e sociale delle donne, e i disturbi del ciclo mestruale e l'intensità delle perdite di sangue sono generalmente più leggeri rispetto al ciclo mestruale naturale.

Meccanismo d'azione della pillola contraccettiva

La pillola contraccettiva è un farmaco a base di ormoni, come estrogeno e progestinico o solo progestinico, che agisce inibendo l'ovulazione e modificando l'endometrio in modo da impedire una gravidanza. Il suo principale meccanismo d'azione è l'inibizione dell'ovulazione, impedendo la secrezione degli ormoni LH e FSH che stimolano l'ovulazione. Altri meccanismi includono la modifica dell'endometrio, rendendolo meno favorevole all'annidamento dell'ovulo fecondato, e la modifica del muco cervicale, rendendolo vischioso e ostile alla penetrazione degli spermatozoi.

Le pillole contraccettive variano nel contenuto di ormoni e nelle tempistiche d'assunzione, ma l'assunzione regolare è fondamentale per garantirne l'efficacia.

Considerazioni importanti sulla pillola contraccettiva

È essenziale capire che l'assenza di pseudo mestruazione o i sanguinamenti irregolari durante l'assunzione della pillola non indicano necessariamente una gravidanza. L'assunzione continuativa della pillola contraccettiva può anche ridurre il flusso mestruale e migliorare i sintomi dolorosi associati alle mestruazioni abbondanti, come la dismenorrea.

Ginecologia e Ostetricia a Viterbo