Perché trattare l’ernia del disco con l’Ozonoterapia?

Autore: Dott. Aurelio Guglielmino
Pubblicato:
Editor: Giulia Boccoli

L’Ozonoterapia è una terapia non invasiva con cui si somministra una miscela di ossigeno e ozono per trattare diverse patologie. Il Dott. Aurelio Guglielmino, esperto in Terapia del Dolore a Catania, spiega i vantaggi del suo utilizzo per la cura dell’ernia del disco

Come viene trattata comunemente l’ernia del disco?

L’ernia del disco è una patologia che con il passare degli anni può diventare molto invalidante, incidendo negativamente sulla qualità della vita dei pazienti, spesso costretti a cambiare le proprie abitudini quotidiane a causa del forte mal di schiena e altri sintomi tipici di questa malattia. Ad oggi purtroppo non si può parlare dell’esistenza di una cura definitiva per l’ernia del disco: solitamente, infatti, vengono prescritti farmaci antinfiammatori e antidolorifici e viene consigliato ai pazienti di effettuare sedute fisioterapiche e attività sportive volte a irrobustire la muscolatura vertebrale. Solo in rari casi si ricorre alla chirurgia, ad esempio quando ci sono evidenze di grave compressione di nervi, se i sintomi non sono migliorati con altre terapie, se si hanno difficoltà motorie o se sono presenti sintomi gravi come debolezza muscolare progressiva o alterazione funzionale della vescica.

Che cos’è l’Ozonoterapia?

L’Ozonoterapia è un trattamento che ad oggi viene impiegato per curare numerose patologie e che consiste nella somministrazione di una miscela di gas (ossigeno e ozono) con modalità e dosaggi differenti in base alla patologia del paziente. Tale miscela viene infiltrata direttamente nella zona colpita dalla patologia e grazie al potere ossidante ed alla reazione immunitaria indotta dalla miscela, si avrà un effetto antinfiammatorio, analgesico e disidratante. Nel campo dell’Ortopedia, viene utilizzata non solo per trattare ernie, ma anche per i problemi cervicali, la sciatica, il mal di schiena e alcune forme di artrosi.

Quali sono i vantaggi dell’Ozonoterapia per il trattamento dell’ernia discale?

Nel caso dell’ernia del disco, l’Ozonoterapia svolge una vera e propria azione rigenerante e cicatrizzante, ridando vita al disco vertebrale che viene così ossigenato e nutrito, e agendo direttamente sull’infiammazione tissutale. Nel dettaglio, i vantaggi dell’Ozonoterapia rispetto ad altri trattamenti per l’ernia discale sono:

  • L’impossibilità di recare danni di qualsiasi genere al paziente, dato che grazie all’ossigeno non si corre il rischio che si manifestino reazioni allergiche o effetti collaterali;
  • Non presenta controindicazioni;
  • Non prevede un periodo di convalescenza o riposo, anzi il movimento velocizza la guarigione;
  • Il rischio di recidiva è ridotto al minimo.
  • La percentuale di guarigione è molto alta e si aggira intorno al 90%;

Come si svolge il trattamento?

Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino con la schiena rivolta verso l’alto e in seguito viene somministrata la miscela di ossigeno e ozono in corrispondenza dei muscoli posti ai lati della colonna vertebrale, nel punto dove è ubicata l’ernia o la protusione. La somministrazione della miscela avviene con un’iniezione intramuscolare paravertebrale, un’iniezione intradiscale o un’infiltrazione intraforaminale sottoguida radioscopica: in tutti e tre i casi, grazie all’utilizzo di aghi sottili, il trattamento non risulta essere particolarmente doloroso per i pazienti.

Dott. Aurelio Guglielmino
Terapia del dolore

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies