Cheratosi

Specializzazione di Dermatologia

Che cos’è la cheratosi?

La cheratosi rappresenta un’alterazione patologica della pelle caratterizzata dal suo inspessimento e dal cambio di colore.

Esistono diverse tipologie di cheratosi che possono avere natura congenita, causate da ittiosi o di natura secondaria a processi micotici o dermatiti eczematose:

  • Cheratosi attinica o solare: riguarda le aree di viso, mani, spalle, schiena, addome e décolleté ed è causata da un’eccessiva esposizione solare, rappresenta una lesione precancerosa che può mutarsi in forma maligna (carcinoma spinocellulare);
  • Cheratosi seborroica: esordisce con piccole macchie brune in rilievo e talvolta prurito su viso, torace, spalle e schiena;
  • Cheratosi follicolare o pilare: si può presentare sulle zone di guance e tempie, su cosce, glutei e braccia;
  • Ipercheratosi subungueale: riguarda la pelle attorno alle unghie che diventa più spessa a causa dell’accumulo di cheratina;
  • Cheratosi palmoplantare: è la forma di cheratosi che si manifesta sui palmi di mani e sulla pianta dei piedi;
  • Cheratosi faringea: può causare problemi di deglutizione data la sua localizzazione nella zona della faringe.

Sintomi della cheratosi

La cheratosi non manifesta sintomi, anche se possono provocare prurito quando sono irritate.

Diagnosi per la cheratosi

La fase diagnostica della cheratosi prevede un’osservazione da parte di un dermatologo e nei casi dubbi, è possibile sottoporsi ad una video microscopia che permette di visualizzare le caratteristiche delle lesioni attraverso delle immagini ingrandite.

Quali sono le cause della cheratosi?

I principali fattori di rischio della cheratosi sono:

  • Eccessiva esposizione alle radiazioni solari
  • Processo di invecchiamento cutaneo
  • Tumori maligni della pelle
  • Somministrazione prolungata di farmaci arsenicali
  • Micosi cutanee ed eczemi

Si può prevenire?

Ai fini della prevenzione è opportuno proteggere la pelle sempre, utilizzando fattori protettivi evitando l’esposizione al sole e idratando la pelle utilizzando prodotti che possano favorire la produzione di collagene al fine di mantenere la pelle sana e protetta.

Trattamenti per la cheratosi

Il trattamento della cheratosi viene suggerito, in base alla tipologia dal medico specialista a seguito di un’accurata visita. Nei casi eccezionali si può ricorrere alla rimozione chirurgica mentre in genere il trattamento a cui si ricorre è di tipo fisico: crioterapia, laser o raschiatura.

A quale specialista rivolgersi?

La diagnosi della cheratosi può essere effettuata da un esperto in Dermatologia

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies