Elettrocoagulazione

Specializzazione di Dermatologia

Cos’è l’elettrocoagulazione?

L’elettrocoagulazione è una tecnica di elettrochirurgia che utilizza corrente elettrica per coagulare i tessuti che devono essere rimossi. Questi tessuti possono essere cheratosi seborroiche, verruche comuni e alcuni tipi di patologie dermatologiche. Questo intervento viene eseguito in anestesia locale, si può praticare in ambulatorio e non richiede ricovero.

Perché si esegue l’elettrocoagulazione?

L’elettrocoagulazione è una tecnica impiegata in vari trattamenti e specializzazioni mediche, ma il suo impiego più comune è l’eliminazione di lesioni cutanee (come le verruche) e angiomi rubino in dermatologia.
Si utilizza anche di frequente per coagulare arterie e vene ed evitare emorragie, così come per la rimozione di tumori o lesioni situati in profondità. È anche comune in ginecologia per eliminare le verruche e le lesioni provocate nel collo dell’utero dal Papilloma Virus Umano.

In cosa consiste?

Una sessione di elettrocoagulazione consiste nell’applicazione, in anestesia locale, di corrente elettrica concentrata tramite un elettrobisturi. La corrente elettrica scalda un elettrodo che brucia il tessuto, distruggendo la lesione. Il trattamento dura circa dieci minuti e non richiede punti di sutura.

Preparazione per l’elettrocoagulazione

L’elettrocoagulazione è un trattamento ambulatoriale che non richiede speciale preparazione da parte del paziente.

Recupero post-intervento 

Il paziente potrà tornare alla propria vita quotidiana immediatamente dopo la sessione di elettrocoagulazione. Nella maggior parte dei casi, si consiglierà al paziente di evitare di bagnare la lesione e di esporla al sole. Per alcune lesioni saranno necessarie cure per le quali il paziente riceverà istruzioni da parte dello specialista.

Trattamenti alternativi

La principale alternativa all’elettrocoagulazione nel trattamento di lesioni cutanee è la crioterapia, che consiste nell’applicare azoto liquido sulla lesione per eliminarla congelandola. Sia il caldo che il freddo sono elementi utili in elettrochirurgia; pertanto, la crioterapia ha la stessa efficacia nella maggior parte dei casi, salvo per alcune lesioni come quelle coperte da cheratina, dal momento che questa non risponde in modo efficace alla congelazione. 

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies