Plastica mitralica

Specializzazione di Cardiochirurgia

Che cos’è la plastica mitralica?

L’intervento di plastica mitralica, anche noto con il semplice termine di riparazione mitralica, è un’operazione volta a restaurare il corretto funzionamento della valvola che separa il ventricolo sinistro dall’atrio sinistro e la cui funzione è far scorrere il sangue in direzione unidirezionale, senza che si verifichi il reflusso del sangue. L’operazione ha lo scopo di modificare chirurgicamente la valvola per riportarla al suo stato originale senza doverla sostituire con una protesi. Il grande vantaggio di questa tecnica è un tasso di sopravvivenza più elevato, minor incidenza di malattie associate all’impianto di protesi e la possibilità di non impiegare terapie anticoagulanti.

Perché si esegue?

La plastica mitralica si esegue qualora si presentino patologie che colpiscono la valvola mitrale. L’insufficienza mitralica e la stenosi mitralica sono le patologie per cui si esegue più spesso l’intervento di plastica mitralica. La prima è causata sostanzialmente dalla mancata chiusura della valvola mitrale nel momento in cui il sangue viene spinto dal ventricolo sinistro al resto del corpo. La seconda, invece, si tratta di una patologia perlopiù di origine reumatica o di una degenerazione nell’anziano. La valvola mitralica in questa patologia non si apre completamente non permettendo il normale svuotamento dell’atrio sinistro del ventricolo.

In cosa consiste?

L’operazione viene eseguita sotto anestesia generale con il cuore fermo e la circolazione pompata artificialmente da una macchina esterna. A seconda di vari fattori quali lo stato di salute generale del paziente, l’età o la presenza di altre patologie si interverrà con tecniche differenti. Una volta concluso l’intervento, lo specialista si avvarrà dell’ecocardiografia per controllare che la valvola funzioni normalmente.

In casi rari potrebbero verificarsi complicanze quali scompensi cardiaci, infezioni o, sanguinamenti, febbre, fibrillazione atriale.

Preparazione per plastica mitralica

In fase pre-operatoria lo specialista eseguirà una Coronarografia per controllare lo stato si salute dei vasi sanguigni e studiare la loro struttura, in modo da essere pienamente preparato prima dell’intervento.

Recupero postintervento

Una volta terminata l’operazione il paziente viene spostato nel reparto di terapia intensiva in osservazione per le seguenti 24 ore. Dopo circa 5 giorni il paziente viene solitamente spostato in un centro cardiologico specializzato in riabilitazione e seguito per all’incirca due settimane.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies