Polipi endometriali

Dott. Mario Grasso - Ginecologia e Ostetricia

Pubblicato: 13/11/2012

Che cos'è il polipo endometriale?

Il polipo endometriale è una neoformazione benigna che si sviluppa nella cavità uterina a partenza dall’endometrio, a differenza dei fibromi (mioma uterino), che si sviluppano dalla parete muscolare dell’utero.

L'endometrio è la mucosa che riveste la superficie interna dell'utero. La crescita eccessiva di tale mucosa, sotto stimolo degli estrogeni, può creare polipi endometriali.

Il polipo endometriale può interessare tutte le pareti ed avere forma e dimensioni diverse. Generalmente, cresce lentamente, tuttavia a volte può arrivare a occupare l'intera cavità endometriale, fino ad oltrepassare il canale cervicale e raggiungere la vagina.

Sintomi della malattia

Il polipo endometriale non produce dolore e, di solito, non causa particolari problemi sintomatologici.

Compare sia nelle donne in età fertile che nelle donne in età menopausale; in alcuni casi possono segnalare la loro presenza mediante:

  • Perdite ematiche intermestruali (sangue tra i cicli), raramente metrorragie (cicli abbondanti);
  • Perdite ematiche in menopausa;
  • Infertilità (difficoltà nel rimanere incinta);
  • Endometrio ispessito all’Ecografia;
  • Sospetto di polipo endometriale all’Ecografia.

Quali sono le cause del polipo endometriale?

La causa esatta è sconosciuta, ma è stato osservato che i polipi endometriali tendono a crescere quando ci sono più estrogeni nell'organismo, che possono essere legati a problemi ormonali (ovaio, tiroide, prolattina) o metabolici (obesità, insulino-resistenza, aumento/diminuzione del peso in tempi brevi).

ragazza con dolore al ventre

Si può prevenire?

Non c'è modo di prevenire i polipi dell'endometrio.

La terapia farmacologica non è in grado di prevenire la formazione dei polipi endometriali.

È necessario eseguire controlli periodici ecografici ed, eventualmente, isteroscopici, in caso di sospetto ecografico o sintomatologico.

Trattamenti per il polipo endometriale

Il trattamento dei polipi endometriali consiste sempre nella rimozione chirurgica sia in età fertile che in età menopausale.

Il motivo principale della sua rimozione è dato dalla possibilità, circa il 4-5%, che non è poco, di trasformarsi in un tumore maligno, o con il passare del tempo o già alla sua diagnosi in caso di presenza, al suo interno, di cellule tumorali, e la semplice asportazione del polipo endometriale, con all’interno cellule tumorali, comporterebbe, teoricamente, l’eradicazione della patologia tumorale.

Il secondo motivo, per le donne in età fertile, è dato dal desiderio di una gravidanza, sia essa fisiologica o mediante Tecniche Medicalmente Assistite (PMA/IVF), in quanto la presenza dei polipi endometriali potrebbe interferire sull’impianto o sul proseguo della gravidanza, evolvendo, purtroppo, in un aborto.

Il terzo motivo è la scomparsa dell’eventuale sintomatologia.  

La procedura chirurgica viene eseguita mediante Isteroscopia Operativa in anestesia (sedazione profonda).

A quale specialista rivolgersi?

Si consiglia alle pazienti di rivolgersi ad uno specialista in Ginecologia.

Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.