Rinosettoplastica

Specializzazione di Chirurgia Maxillo-facciale

Che cos’è la rinosettoplastica?

La rinosettoplastica è un tipo di intervento di rinoplastica che si occupa del rimodellamento del setto nasale per fini terapeutici ed estetici. Il suo fine è correggere le deviazioni e le malformazioni del setto nasale per migliorarne il funzionamento e facilitare la respirazione, ma può anche correggere alcuni inestetismi del naso. È in questa doppia funzione che si differenzia dalla semplice rinoplastica (che si occupa solo di migliorare l’estetica del naso) e dalla settoplastica (che corregge il setto nasale solo a fini medici). I migliori risultati si ottengono nel caso in cui il rimodellamento da eseguire sia lieve.

Perché si esegue?

Per quanto riguarda le indicazioni terapeutiche per la rinosettoplastica, queste sono legate a disturbi causati dalla deviazione del setto nasale. Alcuni esempi sono:

  • Problemi nella respirazione dovuti al setto deviato che crea ostruzioni;
  • Problemi nell’addormentarsi;
  • Secchezza delle fauci (xerostomia), causata dal respirare a bocca aperta;
  • Rinorragia (o epistassi), ovvero episodi frequenti di perdita di sangue dal naso.

Le indicazioni estetiche invece possono essere tutti i tipi di inestetismi nella forma del proprio naso.

In cosa consiste?

Prima di iniziare l’intervento, il paziente viene sottoposto ad anestesia locale o generale.

Per quanto riguarda la settoplastica, il chirurgo incide il naso in corrispondenza del setto. Se il rimodellamento necessario è di semplice esecuzione, lo specialista potrà riposizionare il setto senza prima rimuoverlo. In caso contrario, dovrà asportarlo, raddrizzarlo e solo in seguito riposizionarlo dentro il naso. In seguito, il chirurgo applica dei punti di sutura sul naso.

Per quanto concerne la rinoplastica, può essere eseguita a cielo chiuso (attraverso un taglio dentro al naso) o a cielo aperto (attraverso un taglio esterno alla base del naso). Al termine dell’operazione viene applicato un piccolo gesso sul naso, che sarà poi rimosso meno di una settimana dopo.

Preparazione per la rinosettoplastica

Prima dell’operazione è necessario:

  • Effettuare una visita con il chirurgo per parlare dell’intervento e dei risultati sperati, nonché della storia clinica del paziente;
  • Sottoporsi a esami quali elettrocardiogramma, misurazione della pressione, esami del sangue e delle urine;
  • Smettere di fumare e di assumere farmaci anticoagulanti e antiaggreganti, che possono risultare pericolosi in caso di epistassi durante l’operazione.

Recupero postintervento

L’operazione prevede un giorno di convalescenza in ospedale, ma il recupero completo può necessitare anche di diversi mesi (dai 3 mesi fino a un anno in alcuni casi). È frequente provare dolore al naso e soffrire di perdite di sangue dal naso nella settimana che segue l’operazione.

È importante continuare a non fumare ed evitare anticoagulanti e aggreganti per circa due settimane dopo l’intervento, oltre ad astenersi da attività fisica pesante, mantenere la testa sollevata mentre si dorme e non soffiarsi il naso per un certo periodo.

Dopo circa una settimana dalla rinosettoplastica si può tornare al lavoro, ma è comunque necessario sottoporsi a visite mediche periodiche di monitoraggio.

Video collegati a Rinosettoplastica


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies