Enfisema polmonare

Specializzazione di Chirurgia toracica

Cos’è un enfisema polmonare?

L’enfisema polmonare è un tipo di malattia polmonare ostruttiva cronica (COPD). Questa patologia si verifica quando gli alveoli polmonari si deteriorano progressivamente e la difficoltà respiratoria diventa sempre maggiore. Al deteriorarsi degli alveoli, si crea uno spazio più grande al posto delle piccole camere d’aria. Ciò influisce negativamente sull’estensione dei polmoni e la quantità di ossigeno che arriva al sangue. L’enfisema polmonare deteriora progressivamente le fibre che permettono alle vie respiratorie di rimanere aperte. Tale problema provoca il collasso delle suddette vie respiratorie nel momento in cui la persona affetta espira l’aria, vale a dire che l’aria espulsa dai polmoni, che contengono diossido di carbonio, non riesce a uscire e, di conseguenza, l’aria fresca, ricca di ossigeno non riesce a entrare.

Sintomi dell’enfisema polmonare

Il sintomo più comune dell’enfisema polmonare è la fame d’aria che si aggrava gradualmente. La persona affetta comincia a evitare le attività che provocano affanno, per ovviare al problema. Tuttavia, la malattia si aggrava fino al punto in cui è difficile condurre serenamente la vita quotidiana. L’enfisema arriva al suo grado massimo quando si fa fatica a respirare persino quando il paziente si trova a completo riposo.

Quali sono le cause dell’enfisema polmonare?

L’esposizione a irritanti nell’aria è la causa principale dell’enfisema polmonare. Di seguito possiamo annoverare:

  • Fumo
  • Contaminazione dell’aria
  • Produzione di gas
  • Polvere di silice e carbone
  • L’enfisema può anche essere provocato da un disturbo ereditario, anche se questa è la causa meno comune.

Si può prevenire?

La migliore prevenzione, nel caso dell’enfisema polmonare, è non fumare ed evitare di essere fumatore passivo, ovvero respirare il fumo di altri fumatori. È consigliabile, inoltre, utilizzare una mascherina, se si lavora a contatto con polveri o vapori chimici. Esistono anche altri accorgimenti, come:

  • Smettere di fumare: è il miglior modo per prevenire l’enfisema e per contenerne la crescita. Inoltre, bisogna evitare di essere fumatori passivi per evitare problemi maggiori.
  • Evitare altri irritanti respiratori: cambiare i filtri del forno e dell’aria condizionata per mantenere un ambiente igienico. Evitare profumi, odori della cucina, fumi del tubo di scappamento, pittura, candele…
  • Fare esercizio regolarmente: l’esercizio fisico può aumentare la capacità polmonare, nonostante le difficoltà respiratorie.
  • Proteggersi dall’aria fredda: l’aria fredda può provocare spasmi nei bronchi, ciò rende difficile la respirazione. Usare una sciarpa per proteggere il naso e la bocca al fine di riscaldare l’aria che la persona andrà a inspirare.
  • Evitare infezioni respiratorie: vaccinarsi contro la polmonite e contro l’influenza. Anche evitare il contatto con persone raffreddate o con l’influenza è un buon modo per prevenire l’enfisema.

Trattamenti per l’enfisema polmonare

L’enfisema polmonare non ha cura, ma alcuni trattamenti possono alleviarne i sintomi e rallentare il progredire della malattia. I trattamenti possono dividersi in tre gruppi: farmaci, terapia e chirurgia.

  • Farmaci: esistono diversi tipi di farmaci che possono diminuire la gravità dei sintomi. I farmaci per smettere di fumare sono prescritti da un medico e possono aiutare nella lotta al tabagismo. I broncodilatatori possono aiutare a ridurre la tosse, l’affanno e la difficoltà respiratoria. Gli steroidi inalatori, come i broncodilatatori, possono aiutare ad alleviare la fame d’aria. Non è consigliabile, tuttavia, assumerli in modo continuativo, poiché ciò può debilitare le ossa e aumentare il rischio di aumentare la pressione arteriosa. In ultimo, gli antibiotici si utilizzano nei casi in cui si sviluppi un’infezione batterica, come la bronchite o la polmonite.
  • Terapia: per quanto riguarda la terapia, ne esistono due tipi: la riabilitazione polmonare e il supplemento di ossigeno. La prima è un programma di riabilitazione che può aiutare a ridurre la sensazione di affanno e migliorare la capacità polmonare del paziente. Il supplemento di ossigeno, invece, viene eseguito sui pazienti che soffrono di enfisema polmonare grave con bassi livelli di ossigeno nel sangue.
  • Chirurgia: allo stesso modo esistono due tipi diversi di chirurgia, a seconda della gravità dell’enfisema: la riduzione del volume del polmone e il trapianto di polmone. Nel primo caso, i chirurghi estraggono piccole parti di tessuto polmonare colpito. Ciò aiuta a far sì che il tessuto polmonare sano lavori in modo più efficiente e che con esso migliori anche la respirazione. Il trapianto di polmone viene eseguito quando il paziente soffre di enfisema polmonare molto grave e quando i trattamenti precedenti non hanno avuto successo.

Video collegati a Enfisema polmonare


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies