Ormonoterapia

Specializzazione di Endocrinologia e Malattie Del Metabolismo

Che cos’è la terapia ormonale?

Il termine terapia ormonale si riferisce a qualsiasi tipo di trattamento che prevede l’uso di ormoni o, al contrario, l’uso di antagonisti ormonali per ridurre l’efficacia di ormoni già presenti nell’organismo (quest’ultima è nota anche con il nome di terapia anti-ormonale). 

Perché si esegue?

Esistono numerose applicazioni della terapia ormonale. Quelle più comuni sono:

Gli ormoni vengono inoltre utilizzati nella castrazione chimica per abbassare la libido e l’attività sessuale. I “pazienti” di norma sono criminali in paesi in cui viene utilizzata la castrazione chimica e che in genere hanno commesso reati di natura sessuale.

In cosa consiste

La terapia ormonale per i tumori spesso comporta l’uso di steroidi, che possono arrestare la crescita di alcuni tumori oppure addirittura uccidere le cellule cancerose. Altri trattamenti possono utilizzare la terapia anti-ormonale per inibire la produzione o l’attività degli ormoni in grado di stimolare la crescita tumorale. Dipende in gran parte dal tipo di tumore. Alcuni esempi comuni:

Tumore al seno

  • La terapia di deprivazione estrogenica è mirata al tumore al seno positivo al recettore per gli estrogeni. Esistono numerose terapie ormonali, tra cui il tamoxifene, gli inibitori dell’aromatasi (per le donne in post-menopausa) e i bloccanti dell’ormone luteinizzante (Leutenising Hormone, LH) (per le donne in pre-menopausa).
  • Anche la terapia estrogenica ad alte dosi è stata utilizzata per trattare il tumore al seno.

Tumore alla prostata: la terapia antiandrogena blocca la stimolazione della crescita delle cellule cancerose da parte del testosterone.

La TOS è più comunemente associata al trattamento della menopausa, ma in realtà ne esistono diverse varietà:

  • Terapia ormonale della menopausa (Menopausal Hormone Therapy, MHT): tratta i sintomi della menopausa
  • Terapia sostitutiva con androgeni (Androgen Replacement Therapy, ART): tratta gli uomini con livelli di testosterone bassi
  • Terapia ormonale per il cambio di sesso: aiuta le persone transgender ad effettuare la transizione a un corpo in cui si sentono più a loro agio. Le donne transgender assumono ormoni femminili per rendere i propri corpi più femminili, mentre gli uomini transgender assumono ormoni maschili per acquisire tratti più mascolini.

Gli ormoni possono essere assunti in diversi modi, a seconda del caso specifico e/o delle preferenze individuali. Pillole, cerotti e supposte sono tutti metodi comuni.

La terapia ormonale è sicura?

Rispondere a questa domanda non è semplice. Se, da una parte, terapie ormonali diverse possono produrre effetti collaterali diversi, dall’altra i benefici di solito superano i rischi. I primi studi, come la ben nota sperimentazione controllata e randomizzata Women’s Health Initiative (WHI) del 2002, hanno suggerito che la TOS faceva aumentare significativamente il rischio di tumore al seno nelle donne, ma attualmente si ritiene che si tratti solo di un aumento del rischio piuttosto lieve. I possibili effetti collaterali derivanti dagli antagonisti del testosterone nel trattamento del tumore alla prostata includono vampate di calore, sudorazione, stanchezza, impotenza, indolenzimento al petto, aumento di peso e sbalzi d’umore. I possibili effetti collaterali derivanti dalla terapia ormonale nelle donne includono stanchezza, problemi digestivi (costipazione, diarrea, nausea, aumento o perdita di appetito...), sintomi della menopausa, diradamento dei capelli, mal di testa, cambiamenti muscolari e osse, aumento di peso e sbalzi d’umore.  Gli effetti collaterali di solito diminuiscono dopo alcune settimane, o magari anche dopo qualche mese, ma gli effetti collaterali che si manifestano e la loro durata dipendono dal caso specifico.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies