Polimialgia reumatica (PMR)

Specializzazione di Reumatologia

Che cos’è la polimialgia reumatica?

La polimialgia reumatica (PMR) è una malattia che causa dolore, rigidità e mobilità limitata a collo, nuca, spalle, braccia, fianchi, anche, tronco, cintura pelvica e cosce. Questa condizione, di origine sconosciuta, colpisce solamente le persone sopra i 50 anni. Il dolore, che non provoca gonfiore, compare dopo il riposo, di solito notturno. Inoltre, l’inattività, come un lungo viaggio in auto o il fatto di rimanere seduti nella stessa posizione per un lungo periodo di tempo, può causare il ritorno della rigidità. Oltre a ciò, è molto comune che i pazienti abbiano difficoltà a sollevare la parte superiore delle braccia al di sopra delle spalle. Attualmente, il trattamento più efficace per la PMR è rappresentato dai corticosteroidi a basso dosaggio.

Prognosi della malattia

Nella maggior parte delle persone, la PMR scompare da sola grazie al trattamento che viene seguito per 1 o 2 anni. Una delle soluzioni può essere quella di smettere i farmaci assunti fino alla comparsa della condizione; tuttavia, ci si dovrà sempre consultare con il proprio medico. Sintomi più complicati possono obbligare il paziente a smettere di lavorare o addirittura ad avere bisogno dell’aiuto di un familiare in casa.

Sintomi della polimialgia reumatica

Il dolore e la rigidità delle spalle e del collo sono i principali sintomi della malattia. Questo dolore si può spesso trasmettere all’anca. L’affaticamento può essere un altro sintomo caratteristico. Le persone affette da questa malattia hanno sempre più difficoltà ad alzarsi dal letto e ad iniziare le proprie attività quotidiana. Altri sintomi probabili sono:

Diagnosi la polimialgia reumatica

Gli esami di laboratorio non sono sufficienti per diagnosticare la PMR. La maggior parte dei pazienti affetti da questa malattia presenta livelli alti di marcatori dell’infiammazione, alta velocità di eritrosedimentazione e livelli alti di proteina C-reattiva. Altri risultati degli esami per questa condizione includono:

  • Livelli anomali di proteine nel sangue
  • Livelli anomali di globuli bianchi
  • Anemia (emocromo basso)

Questi esami possono essere effettuati anche con la finalità di monitorare le condizioni.

Quali sono le cause della polimialgia reumatica?

Anche se non se ne conosce la causa, la malattia si sviluppa di solito nelle persone sopra ai 50 anni. Una delle malattie che possono provocare la PMR è l’arterite temporale. Si tratta di una condizione in cui i vasi sanguigni trasportano il sangue alla testa e gli occhi si infiammano. A volte è difficile diagnosticare la PMR senza confonderla con l’artrite reumatoide in una persona anziana.

Si può prevenire?

Attualmente non esiste alcun tipo di prevenzione.

Trattamenti per la polimialgia reumatica

Il paziente non migliorerà, a meno che non faccia un trattamento, benché un consumo ridotto di farmaci possa alleviare i sintomi nel giro di uno o due giorni. Tuttavia, esistono un paio di precauzioni:

  • In seguito, la dose può essere lentamente ridotta ad un livello molto basso.
  • È necessario continuare il trattamento per 1 o 2 anni. In alcuni pazienti, il trattamento può essere più lungo con l’assunzione di piccole dosi di prednisone.

I corticosteroidi possono causare una vasta gamma di effetti collaterali. Se il paziente assume questo tipo di farmaci, avrà bisogno di essere maggiormente controllato.

Quale tipo di specialista la tratta?

Lo specialista nel trattamento della polimialgia reumatica è il reumatologo.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies