Sclerosi multipla

Specializzazione di Neurologia

Cos’è la sclerosi multipla?

La sclerosi multipla (SM) è una malattia autoimmune neurodegenerativa che colpisce il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale). Colpisce più le donne degli uomini e nei casi più gravi finisce per provocare mobilità ridotta o invalidità totale.
Esistono diversi tipi di sclerosi multipla:

  • Forma recidivante-remittente: è la più frequente e colpisce più dell’80% delle persone che soffrono di questa patologia. Nelle fasi iniziali può essere asintomatica, anche se le lesioni infiammatorie a livello di sistema nervoso centrale si stanno già verificando.
  • Forma primariamente progressiva: colpisce circa il 10% dei pazienti ed è caratterizzata dall’assenza di attacchi definiti.
  • Forma secondariamente progressiva: si ha quando il grado di disabilità persiste o peggiora, è caratterizzata da una progressione continua.
  • Forma recidivante progressiva: poco frequente. È caratterizzata fin dall’inizio da una progressione senza remissione completa tra le recidive.

Prognosi della malattia

La prognosi è variabile e di difficile previsione. Come per la maggior parte delle malattie croniche e invalidanti, la speranza di vita dei pazienti può essere più corta rispetto alla popolazione sana; ciò si deve al fatto che i malati sono più propensi a contrarre infezioni respiratorie e urinarie. Bisogna anche sottolineare che nella maggior parte dei casi le persone affette da sclerosi multipla continuano a camminare e lavorare con disabilità minima per vari anni.

Sintomi della sclerosi multipla

Esistono una molteplicità di sintomi a seconda del paziente, dello stadio della malattia e di quali fibre nervose siano state colpite dalla SM. Tra questi:

  • Formicolio o dolore in alcune parti del corpo
  • Intorpidimento/debolezza agli arti: di solito concentrati, di volta in volta, su un solo lato del corpo.
  • Rigidità o spasmi muscolari
  • Affaticamento
  • Biascicamento
  • Difficoltà a camminare
  • Mancanza di coordinazione
  • Tremori
  • Problemi di visione, per esempio visione offuscata, perdita della vista in un occhio
  • Problemi nel controllare la vescica e/o l’intestino
  • Sensazioni di shock elettrico in seguito a determinati movimenti del collo

Diagnosi per la sclerosi multipla

La diagnosi della malattia non è semplice, ed è necessario escludere diverse malattie per giungere a una diagnosi definitiva. Per farlo, è necessario avvalersi degli apporti di diverse discipline mediche.
Gli esami medici più abituali sono i seguenti:

Quali sono le cause della sclerosi multipla?

I sintomi della SM derivano da danni e cicatrici presenti sulla guaina mielinica che circonda i nervi nella colonna vertebrale o nel cervello in seguito ad attacco e danneggiamento da parte del sistema immunitario dell’organismo. Non è del tutto chiaro Il motivo esatto per cui il sistema immunitario attacchi il corpo in questo modo. Si ritiene che i fattori genetici rendano certe persone più predisposte al suo sviluppo, ma che la causa scatenante sia di natura ambientale. Attualmente tale fattore ambientale non è noto.

Si può prevenire?

Poiché la causa è sconosciuta, non è possibile prevenire questa malattia. Tuttavia, gli specialisti sottolineano come l'esposizione regolare al sole, con protezione, possa aiutare a controllare uno dei fattori associati allo sviluppo della malattia, come la carenza di vitamina D.

Trattamenti per la sclerosi multipla

Ad oggi, non si conosce nessuna cura definitiva per la sclerosi multipla. Esistono però diversi trattamenti che possono rallentare la progressione della malattia, evitare l’evoluzione dei sintomi e preservare la qualità di vita del paziente. Si usano diversi farmaci per rallentare la progressione della malattia e per ridurre la gravità degli attacchi, mentre altri aiutano a controllare i sintomi. Altri trattamenti come la fisioterapia, avere uno stile di vita sano o evitare lo stress possono aiutare le persone affette da sclerosi multipla.

Quale specialista se ne occupa?

La sclerosi multipla deve essere trattata da uno specialista in Neurologia.

Video collegati a Sclerosi multipla


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies