Sclerosi multipla

Specializzazione di Neurologia

Che cos’è la sclerosi multipla?

La sclerosi multipla (SM) è una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca per errore lo strato isolante di mielina che circonda i nervi nel cervello e nella colonna vertebrale. Interferisce con il sistema nervoso facendo sì che i messaggi inviati da e verso il cervello attraverso impulsi elettrici non possano raggiungere la propria destinazione. Ciò può causare un ampio spettro di sintomi sgradevoli, quali problemi correlati a sensazione, equilibrio, movimento di braccia o gambe, visione e controllo generale del proprio corpo.

La sclerosi multipla viene solitamente diagnosticata nei pazienti tra i 20 e i 30 anni e colpisce di più le donne rispetto agli uomini. Una volta sviluppata, il paziente dovrà convivere con la SM per il resto della propria vita. La condizione è in grado di compromettere seriamente la capacità di movimento, causando a volte disabilità grave. Più raramente, la condizione si può rivelare solo di lieve entità. In assenza di cure disponibili è, tuttavia, possibile curare i sintomi e, in molti casi, migliorare la qualità della vita del paziente.

Quali sono i sintomi della sclerosi multipla?

Esistono una molteplicità di sintomi a seconda del paziente, dello stadio della malattia e di quali fibre nervose siano state colpite dalla SM. Tra questi:

  • Formicolio o dolore in alcune parti del corpo
  • Intorpidimento/debolezza agli arti: di solito concentrati, di volta in volta, su un solo lato del corpo.
  • Rigidità o spasmi muscolari
  • Affaticamento
  • Biascicamento
  • Difficoltà a camminare
  • Mancanza di coordinazione
  • Tremori
  • Problemi di visione, per es. visione offuscata, perdita della vista in un occhio
  • Problemi nel controllare la vescica e/o l’intestino
  • Sensazioni di shock elettrico in seguito a determinati movimenti del collo

Quali sono le cause della sclerosi multipla?

I sintomi della SM derivano da danni e cicatrici presenti sulla guaina mielinica che circonda i nervi nella colonna vertebrale o nel cervello in seguito ad attacco e danneggiamento da parte del sistema immunitario dell’organismo. Non è del tutto chiaro Il motivo esatto per cui il sistema immunitario attacchi il corpo in questo modo. Si ritiene che i fattori genetici rendano certe persone più predisposte al suo sviluppo, ma che la causa scatenante sia di natura ambientale. Attualmente tale fattore ambientale non è noto.

Tipi di sclerosi multipla

Esistono 2 tipi comuni di SM: una di tipo progressivo, che peggiora lentamente, e un tipo recidivante, che tende a colpire sotto forma di attacchi intermittenti.

  • SM primariamente progressiva: nei casi meno comuni, le condizioni del paziente sono continue, con sintomi che peggiorano gradualmente nel corso di molti anni. A volte può dare l’impressione di stabilizzarsi, ma mai di essere in remissione.
  • SM recidivante-remittente: nei casi più comuni, il paziente va incontro a episodi in cui i sintomi compaiono e peggiorano nell’arco di pochi giorni, talvolta con la comparsa di nuovi sintomi, potendo durare giorni o mesi, per poi migliorare lentamente nel corso di un lasso di tempo simile. Alcuni sintomi, sebbene possano persistere, spesso scompaiono del tutto per un certo periodo di tempo, talvolta anche per anni, prima dell’attacco successivo.
  • SM secondariamente progressiva: la SM recidivante-remittente si può trasformare, dopo anni, in SM progressiva.

Si può prevenire?

Poiché la causa è sconosciuta, non è possibile prevenire questa malattia. Tuttavia, gli specialisti sottolineano come l'esposizione regolare al sole, con protezione, possa aiutare a controllare uno dei fattori associati allo sviluppo della malattia, come la carenza di vitamina D.

Trattamenti per la sclerosi multipla

Non esiste una cura per la SM, tuttavia il trattamento può essere utile per mantenere la condizione sotto controllo. Il tipo di trattamento dipende dal sintomo.  Per accelerare il recupero dalle recidive si possono utilizzare dei brevi cicli con steroidi, mentre le terapie modificanti la malattia riducono potenzialmente il numero delle recidive. Sfortunatamente, però, non esiste alcun modo per rallentare la SM progressiva. La ricerca è ancora in corso e, in futuro, potrebbero esservi delle speranze.

Video collegati a Sclerosi multipla


Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies