Udito ovattato

Che cos’è l’udito ovattato?

La sensazione di udito ovattato è molto comune e può interessare entrambe le orecchie o solamente una. Questa condizione può nascondere diverse cause ed è sempre consigliabile richiedere una visita medica per identificare con precisione il fattore scatenante.

Prognosi della malattia

Se sottovalutata, questa condizione può compromettere il normale svolgimento delle attività quotidiane (es. guidare) e comportare una riduzione della capacità uditiva con conseguente diminuzione della capacità di attenzione.

Sintomi dell’udito ovattato

I sintomi sono:

  • Pressione auricolare;
  • Prurito;
  • Arrossamento, calore e gonfiore;
  • Dolore e/o aumentata sensibilità nell’area circostante l’orecchio e in quella ossea situata dietro al padiglione;
  • Presenza di pus o altre secrezioni;
  • Febbre;
  • Sintomi influenzali (tosse, mal di gola, stanchezza e dolori diffusi);
  • Sensazione di malessere o letargia.

Diagnosi per l’udito ovattato

Bisogna innanzitutto richiedere una visita specialistica con un Otorinolaringoiatra, il quale analizzerà le condizioni del paziente e potrà eseguire esami e analisi per valutare la causa alla base dell’udito ovattato.

Quali sono le cause dell’udito ovattato?

I fattori alla base dell’ovattamento auricolare possono essere molteplici:

  • Cambi di pressione (es. durante un viaggio in aereo, un’immersione subacquea, ecc.): in questo caso si tratta di un disturbo transitorio che tende a risolversi spontaneamente;
  • Accumulo di cerume (tappo di cerume);
  • Occlusione della tuba di Eustachio: spesso dovuta ad allergia, sindromi influenzali, oppure ostruzioni nasali (es. deviazione del setto o turbinati nasali ingrossati);
  • Otite esterna o media: spesso si manifesta associata il dolore, prurito e febbre;
  • Otite barotraumatica: dovuta ad importanti ed improvvisi cambi di pressione;
  • Idrope: patologia dell’orecchio interno dovuta ad un incremento della quantità di endolinfa (uno dei liquidi che si trova all’interno della coclea e del vestibolo) responsabile di ipoacusia, vertigini e acufeni.

Si può prevenire?

Per preservare la salute delle orecchie è fondamentale una buona igiene orale, anche in viaggio. L’utilizzo di cotton fioc deve essere limitato alla parte esterna dell’orecchio, in quanto potrebbero favorire la formazione di un eventuale tappo di cerume.

Trattamenti per l’udito ovattato

Le terapie farmacologiche per contrastare questa condizione sono molteplici e variano a seconda della causa scatenante. Tra queste: gocce otologiche e terapie antibiotiche in caso di infiammazioni dell’orecchio, gocce ceruminolitiche per ridurre l’accumulo di cerume e sciogliere eventuali tappi; spray nasali decongestionanti per contrastare l’ostruzione del flusso d’aria in orecchio dovuta ad un’occlusione della tuba di Eustachio o ad ostruzioni nasali.

A quale specialista rivolgersi?

In caso di udito ovattato si consiglia di rivolgersi ad un esperto in Otorinolaringoiatria. Talvolta, a seconda del disturbo alla base di questa condizione, potrebbe essere utile richiedere una vista anche con un professionista specializzato in Odontoiatria.

Este sitio web utiliza Cookies propias y de terceros para recopilar información con la finalidad de mejorar nuestros servicios, para mostrarle publicidad relacionada con sus preferencias, así como analizar sus hábitos de navegación..