Infertilità e cancro: esiste una correlazione?

Autore: Dott. Andrea Limone
Pubblicato: | Aggiornato: 04/01/2022
Editor: Cecilia Ghidotti

Uno studio su oltre 64.000 donne in età fertile negli Stati Uniti ha rilevato che l'infertilità è associata a un rischio più elevato di sviluppare il cancro rispetto a un gruppo di oltre tre milioni di donne senza problemi di fertilità, sebbene il rischio assoluto sia molto basso, appena il 2%. Poiché il cancro è insolito nelle donne in pre-menopausa, i ricercatori hanno utilizzato un database statunitense di reclami sull'assicurazione sanitaria per ottenere numeri sufficientemente grandi da fornire risultati significativi. Molte compagnie assicurative negli Stati Uniti offrono una copertura per i test e il trattamento dell'infertilità. La ricerca è stata pubblicata su Human Reproduction [1], una delle principali riviste di medicina riproduttiva al mondo

La ricerca

La Dott.ssa Gayathree Murugappan, ricercatore in endocrinologia riproduttiva e infertilità presso la Stanford University School of Medicine (California, USA), che ha guidato lo studio, ha dichiarato: “Non conosciamo le cause dell'aumento del cancro che abbiamo riscontrato in questo studio, se potrebbe essere l'infertilità stessa, le cause dell'infertilità o il trattamento dell'infertilità. Possiamo solo mostrare che c'è un'associazione tra loro. In futuro, speriamo di poter capire perché le donne infertili sono a maggior rischio di cancro; ad esempio, identificando un meccanismo sottostante comune che può causare cancro e infertilità”.

La Dott.ssa Murugappan e i suoi colleghi hanno analizzato i dati di 64.345 donne che erano state identificate come sterili da diagnosi, test o trattamenti nel database Clinformatics® Data Mart tra il 2003 e il 2016. Il database conteneva un gruppo geograficamente diversificato di pazienti, in 50 stati degli Stati Uniti, sebbene la maggior parte di loro fosse caucasica. Li hanno confrontati con 3.128.345 donne che non erano sterili e che cercavano cure ginecologiche di routine. Le donne avevano 30 anni e i ricercatori hanno seguito i loro progressi per una media di quasi quattro anni. Durante il periodo di follow-up sono stati diagnosticati 1.310 tumori tra le donne infertili e 53.116 tra il gruppo di controllo di donne non sterili. Il cancro al seno era il tumore più comune in entrambi i gruppi. Dopo aver preso in considerazione fattori che potrebbero influenzare i risultati come il fumo, l'obesità, l'età, l'istruzione e l'età riproduttiva, hanno scoperto che le donne infertili avevano un rischio complessivamente superiore del 18% di sviluppare il cancro rispetto al gruppo di controllo, con rischi assoluti del 2% rispetto all'1,7%. 

L'autore senior dell'articolo, il professor Michael Eisenberg della Stanford University School of Medicine, ha dichiarato: "La bassa incidenza complessiva di cancro tra queste donne significa che una donna infertile su 49 svilupperà il cancro durante il periodo di follow-up rispetto a una su 59 donne non sterili”.

Il parto come scudo protettivo

I ricercatori hanno scoperto che il parto ha conferito una certa protezione alle donne in entrambi i gruppi. Tra le donne infertili, 22.024 (34%) hanno avuto almeno un bambino durante il periodo studiato e 626.532 (20%) delle donne nel gruppo di controllo hanno partorito. Il rischio assoluto di cancro era uno su 56 donne infertili e una su 86 donne nel gruppo di controllo.

Ulteriori dati

Quando i ricercatori hanno escluso le donne che avevano la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) o l'endometriosi, che sono state collegate a un aumento del rischio di cancro uterino e ovarico rispettivamente, il rischio assoluto di cancro era uno su 55 tra le donne infertili e uno su 88 tra le gruppo di controllo.

Esaminando il rischio di particolari tumori, hanno riscontrato un rischio leggermente più elevato di tumori dell'ovaio e dell'utero causati dagli ormoni tra le donne infertili, sebbene il rischio di cancro al seno fosse simile tra i due gruppi. Hanno anche riscontrato un rischio leggermente più elevato di tumori non guidati dagli ormoni tra le donne infertili, compresi i tumori del polmone, della tiroide, del fegato e della cistifellea e la leucemia. "Mentre molte di queste associazioni erano significative, è importante notare che gli aumenti assoluti del rischio sono stati modesti", ha affermato la dott.ssa Murugappan.

Limitazioni dello studio

Poiché la maggior parte dei tumori viene diagnosticata nelle persone anziane, uno dei limiti dello studio è l'età delle donne e anche il breve periodo di follow-up. Altre limitazioni includono che le donne potrebbero aver cercato un trattamento per la fertilità al di fuori del sistema assicurativo statunitense; alcune donne potrebbero essere sterili senza saperlo perché potrebbero aver usato la contraccezione, per esempio; e la causa dell'infertilità e il trattamento dato non erano disponibili dai dati sui sinistri assicurativi.

Conclusioni

Il professor Eisenberg ha concluso: “Sebbene l'aumento assoluto del rischio di cancro tra le donne infertili fosse piccolo, questo aumento è stato osservato solo in un breve periodo di quattro anni di follow-up. Dobbiamo condurre ulteriori ricerche con un follow-up più lungo per determinare quali fattori potrebbero influenzare il rischio a lungo termine di cancro per le donne sterili”.

 

 

[1] “Risk of cancer in infertile women: analysis of US claims data”, by Gayathree Murugappan et al. Human Reproduction journal. doi:10.1093/humrep/dez018.

 

 

Dott. Andrea Limone
Ginecologia e Ostetricia

Vedi il profilo

Valutazione generale del paziente


Questo sito web utilizza cookie propri e di terze parti per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle la pubblicità relativa alle sue preferenze, nonché analizzare le sue abitudini di navigazione. L'utente ha la possibilità di configurare le proprie preferenze QUI.