Dolori al petto

Specializzazione di Cardiologia

Che cosa sono i dolori al petto?

I dolori al petto, o dolore toracico, sono dei dolori nella parte anteriore del torace, ovvero tra il collo e la parte superiore dell’addome, che può essere un sintomo di varie patologie cardiache, respiratorie, infettive, nervose e di lesioni osteo-articolari o muscolari. A volte il dolore toracico si può diffondere al collo, all’addome o alla schiena. 
È un dolore molto frequente e può presentare intensità diverse a seconda della causa o dell’origine.

Prognosi della malattia

Il dolore toracico può essere causato, nel peggiore dei casi, da malattie gravi e urgenti, come l’infarto o l’insufficienza cardiaca, che sono pericolose e mettono in pericolo la vita.
Tuttavia, va tenuto presente che, nonostante la sensazione di forte dolore al petto, le cause spesso non sono pericolose per la salute dell’individuo. Dato che vi possono essere più cause alla base del dolore toracico, al fine di evitare eventuali contrattempi è fondamentale consultarsi in tempi rapidi con uno specialista di cardiologia o con uno pneumologo per ricevere un trattamento immediato, se necessario.

Sintomi dei dolori al petto

I sintomi più comuni del dolore toracico sono un dolore pulsante e una sensazione di oppressione, benché spesso varino a seconda dell’organo o dei tessuti colpiti:

  • Dolore toracico coronarico: quando è dovuto a cause correlate al cuore, il dolore è spesso oppressivo e si irradia al braccio sinistro e al collo. Questo tipo di dolore può anche presentare altri sintomi, tra cui malessere, nausea e vomito, sudorazione e mancanza di respiro.
  • Dolore toracico pleuropolmonare: il dolore toracico provocato da problemi polmonari o respiratori è localizzato per lo più ai lati del torace e si intensifica quando si respira o si tossisce.
  • Dolore toracico pericardico: si tratta di un dolore pulsante e di una sensazione di pressione al centro del torace che aumenta con la respirazione.
  • Dolore toracico digestivo o esofageo: questo tipo di dolore toracico di solito è provocato da un’ernia iatale o da problemi esofagei, ed è un dolore pulsante nell’area dello sterno che può giungere fino alla gola.
  • Dolore toracico osteo-muscolare: il dolore provocato da lesioni, fratture o strappi muscolari è localizzato nell’area interessata e aumenta con il movimento del tronco.
  • Dolore toracico neuropatico: questo dolore spesso è provocato dal virus dell’herpes zoster ed equivale ad una sensazione di bruciore che di solito colpisce un lato del torace.
  • Dolore toracico di origine nervosa o psicologica: è caratterizzato da dolore pulsante, come punture di spillo al centro del torace.

Diagnosi per i dolori al petto

Per via delle molteplici cause che possono provocare il dolore toracico, stabilire la diagnosi a volte può rappresentare una sfida per il medico. A tal fine è essenziale in primo luogo conoscere l’anamnesi del paziente, con i suoi sintomi, le sue malattie e l’anamnesi familiare.
Una volta analizzata l’anamnesi del paziente e in assenza di una chiara causa traumatica, saranno necessari una radiografia toracica e un elettrocardiogramma per escludere condizioni più gravi, come il rischio di infarto. A seconda dei risultati di questi esami possono essere necessarie altre scansioni, come la tomografia computerizzata (TC) coronarica, la scintigrafia polmonare, l’Holter pressorio o degli esami digestivi, per citarne alcuni.

Quali sono le cause dei dolori al petto?

Esistono molteplici cause alla base del dolore toracico, a seconda degli organi colpiti. Pertanto, può essere dovuto a cardiopatie, come per esempio l’infarto miocardico acuto, l’insufficienza coronarica o la pericardite; a malattie respiratorie di tipo infettivo, come l’influenza o la polmonite; a malattie digestive, come l’ernia iatale, la lacerazione esofagea o gli spasmi esofagei; a malattie polmonari, come la pleurite, i tumori ai polmoni o il pneumotorace; a malattie nervose, come gli attacchi d’ansia; o a malattie osteo-articolari e muscolari, come le fratture, gli strappi e le lesioni muscolari.

Si può prevenire?

A parte conoscerne la causa, il dolore toracico non può essere prevenuto. Il dolore toracico di solito agisce come un sintomo di una patologia. Pertanto, il paziente si dovrà rivolgere ad uno specialista medico che lavori sulla diagnosi e sul trattamento della condizione sottostante.

Trattamenti per i dolori al petto

Il dolore toracico è un tipo di dolore che scompare completamente quando viene trattata la causa sottostante. Pertanto, il trattamento da seguire varierà a seconda della causa. Per esempio, saranno prescritti farmaci vasodilatatori o anche un’angioplastica se la causa è l’angina pectoris; farmaci antibiotici se la causa è la polmonite, oppure dei trattamenti antiacidi se la causa è di tipo digestivo. Potrebbe inoltre richiedere un intervento chirurgico in caso di problemi all’aorta.

A quale specialista rivolgersi?

Il trattamento del dolore toracico, in quanto sensibile ad una molteplicità di cause, può essere effettuato da vari specialisti, tra cui cardiologi, pneumologi, specialisti dell’apparato digerente o psicologi. All’inizio, prima che appaiano i sintomi di un dolore di cui non si conosce la causa, il paziente si può rivolgere al medico di famiglia, che esaminerà l’anamnesi del paziente ed i sintomi per poterlo indirizzare verso lo specialista adatto per ricevere un consulto sul caso specifico.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies