Epistassi

Che cos'è l'epistassi?

L'epistassi, comunemente conosciuta con la definizione di “sangue dal naso” rappresenta la perdita di sangue dalle narici. Il sanguinamento può essere causato da traumi, irritazione o secchezza delle mucose del naso, rinite allergica, raffreddore o sinusite.

Altre cause possono essere date dall'ostruzione nasale, in caso di setto nasale deviato o dall’introduzione di oggetti estranei nel naso.

Prognosi epistassi

Normalmente, nella maggior parte dei casi l’epistassi si ferma in circa 15-20 minuti, senza la necessità di un medico.

Tuttavia, quando il sanguinamento è emorragico e si verifica a seguito di un infortunio può essere pericoloso.

Il sanguinamento dal naso a volte può indicare la presenza di un altro grave problema, come un'alterazione della coagulazione del sangue o la presenza di un tumore nasale.

Sintomi dell'epistassi

Il principale segno o sintomo dell'epistassi è il sanguinamento nasale. Inizialmente, l'epistassi è scarsa e di durata limitata. Nei casi gravi, il sangue può fluire attraverso una delle narici o da entrambe.

Altri sintomi dell'epistassi sono:

Diagnosi dell’epistassi

Nel caso in cui l'emorragia non si fermi, il paziente potrebbe aver bisogno di una valutazione urgente da parte di uno specialista per controllare l'emorragia.

Lo scopo dei test medici sarà quello di identificare e localizzare l'emorragia attraverso un’endoscopia nasale.

Quali sono le cause dell'epistassi?

Esistono diverse cause che possono causare o produrre un'epistassi:

Altre cause legate a fattori esterni:

Si può prevenire?

Il modo migliore per prevenire il sangue dal naso è evitare i fattori di rischio. Questi includono:

  • Clima molto secco
  • Aria secca in ambienti riscaldati
  • Angiomi nei vasi sanguigni
  • Irregolarità o deformità del naso
  • Raffreddore
  • Sinusite
  • Sarcoidosi
  • Pressione alta
  • Assunzione di farmaci anticoagulanti
  • Consumo di cocaina

Trattamenti per l’epistassi

La maggior parte dei casi di epistassi non necessita di supporto medico.

Il modo migliore per fermare l'emorragia è tenere la testa leggermente piegata in avanti, chiudere le narici con le dita, respirando attraverso la bocca.

In altri casi è necessario eseguire un trattamento chirurgico per bloccare definitivamente il sanguinamento. Esistono tre metodi: elettrocoagulazione, legatura arteriosa e fotocoagulazione laser. In tutti i casi, verrà utilizzata l'anestesia generale o la sedazione locale.

A quale specialista rivolgersi?

Il medico responsabile della diagnosi e del trattamento dell'epistassi è lo specialista in Otorinolaringoiatria.

Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies