Miocardiopatia

Specializzazione di Cardiologia

Che cos’è la cardiomiopatia?

La cardiomiopatia è il termine generico con cui si definisce una categoria di malattie che colpiscono il muscolo cardiaco, per la precisione il suo tessuto, il miocardio, causando l’alterazione della sua struttura funzionale e dunque una minore efficienza di pompaggio del sangue.

Esistono diverse tipologie di cardiomiopatia, in base alle caratteristiche dei diversi disturbi:

  • Cardiomiopatia Ipertrofica, in cui le fibre muscolari del miocardio si ingrandiscono causando un restringimento dei ventricoli.
  • Cardiomiopatia Dilatativa, ove il ventricolo sinistro è dilatato e presenta pareti muscolari più sottili del normale.
  • Cardiomiopatia Restrittiva, in cui il miocardio non si rilassa appropriatamente dopo ogni contrazione.
  • Cardiomiopatia Aritmogena nel ventricolo sinistro, in cui le cellule del miocardio non si rigenerano più e vengono sostituite da tessuto cicatriziale.

Sintomi della cardiomiopatia

La cardiomiopatia può essere asintomatica in certi soggetti al principio del suo sviluppo. Quando presenti, invece, i sintomi includono astenia, svenimenti, tachicardia, aritmie, dolore al torace, mancanza di respiro e gonfiore, specialmente agli arti. Se non trattata la malattia può sfociare in insufficienza cardiaca, arresto cardiaco o embolia.

Diagnosi per cardiomiopatia

In caso di sospetto disturbo, lo specialista potrà prescrivere in una prima fase analisi del sangue, radiografia, Risonanza Magnetica, TAC, ecostress, eco o elettrocardiogramma. Qualora i risultati ottenuti non fossero soddisfacenti sarà necessario intervenire con indagini più invasive quali la coronarografia e la biopsia miocardica.

Quali sono le cause della cardiomiopatia?

La cardiopatia può avere origine genetica quando si trasmettono anomalie a livello del DNA da una generazione all’altra o acquisita, quando si presenta nel corso della vita senza che sia presenta alcune ereditarietà. La patologia può inoltre essere dovuta a cause ignote (cardiomiopatia idiopatica), patologie o condizioni particolari.

Le patologie responsabili del suo sviluppo includono:

Tra le condizioni alteranti ricordiamo:

  • Deficit di sali e minerali
  • Gravidanza
  • Alcolismo o altre dipendenze da sostanze stupefacenti

Si può prevenire?

Sfortunatamente le tipologie di cardiomiopatia idiopatica e genetica non possono essere prevenute. L’insorgenza delle altre forme può essere allontanata seguendo uno stile di vita attivo, un’alimentazione bilanciata ed un riposo regolare. Evitare il fumo, le sostanze stupefacenti, gli alcolici e gli sbalzi di peso corporeo aiutano ugualmente.

Trattamenti per la cardiomiopatia

La cardiomiopatia è una condizione che non può essere risolta in maniera definitiva, ma che può essere gestita grazie a terapie farmacologiche ed a dispositivi quali quello di assistenza ventricolare, il pacemaker ed il defibrillatore cardiaco impiantabile. Qualora nemmeno questi avessero i risultati sperati sarà possibile ricorrere alla miectomia settale o al trapianto di cuore.

A quale specialista rivolgersi?

Cardiologi e cardiochirurghi sono gli esperti che si occupano di diagnosticare e trattare la cardiopatia.

loading...
Utilizziamo cookies propri e di terzi per offrire una miglior esperienza e un miglior servizio. Utilizzando questo sito ne accetta l'uso. Continuare Politica dei cookies