Resistenza all'insulina

Indice:

  1. Che cos’è la resistenza all'insulina?
  2. Prognosi della malattia
  3. Sintomi della resistenza all'insulina
  4. Diagnosi per la resistenza all'insulina
  5. Quali sono le cause della resistenza all'insulina?
  6. Trattamenti per la resistenza all'insulina
  7. A quale specialista rivolgersi?

Che cos’è la resistenza all’insulina?

L’insulina è un ormone prodotto dal pancreas. Viene rilasciato nel flusso sanguigno quando i livelli di glucosio nel sangue aumentano dopo aver mangiato, dal momento che aiuta le cellule del corpo ad assorbire il glucosio dal sangue e ne riduce la produzione da parte del fegato, evitando così che i livelli di zucchero nel sangue diventino troppo alti. L’insulino-resistenza da parte delle cellule muscolari, adipose ed epatiche fa sì che esse non rispondano correttamente alla presenza dell’insulina, e di conseguenza la loro capacità di assorbire glucosio dal sangue cala. Per raggiungere l’effetto desiderato, sarà così necessaria una maggiore concentrazione di insulina.

Prognosi della malattia

Tipicamente, l’insulino-resistenza fa sì che il corpo produca più insulina per compensare – una condizione nota come iperinsulinemia. Inoltre, può essere un fattore scatenante per lo sviluppo di diabete di tipo 2, prediabete e diabete gestazionale.

Sintomi della resistenza all’insulina

All’inizio del suo sviluppo, solitamente l’insulino-resistenza non dà sintomi; questi ultimi si manifestano in un secondo momento, come conseguenza degli alti livelli di glucosio nel sangue. I sintomi includono:

  • Fame;
  • Letargia;
  • Difficoltà di concentrazione;
  • Pressione arteriosa alta;
  • Livelli di colesterolo alti;
  • Aumento di peso, soprattutto sul ventre.

Diagnosi per la resistenza all’insulina

L’insulino-resistenza può essere diagnosticata controllando i livelli di insulina nel sangue. Tuttavia, è raro che i medici eseguano test specificatamente per l’insulino-resistenza, dal momento che alcuni dei più efficaci, come il clamp euglicemico, sono troppo costosi e complessi per essere svolti in ambulatorio. Più spesso, la diagnosi avviene con esami del sangue per il prediabete, dal momento che il prediabete subentra raramente senza insulino-resistenza.

Quali sono le cause della resistenza all’insulina?

Le cause dell’insulino-resistenza non sono del tutto note, ma sono stati identificati numerosi fattori di rischio che possono contribuire al suo sviluppo:

  • Sovrappeso o obesità;
  • Scarsa attività fisica;
  • Una dieta ipercalorica e ricca di zucchero e/o carboidrati;
  • Stress cronico;
  • Uso a lungo termine di steroidi ad alte dosi;
  • Alcune altre condizioni, come la sindrome da ovaio policistico e la malattia di Cushing.

Trattamenti per la resistenza all’insulina

Ci sono molti modi per ridurre gli effetti dell’insulino-resistenza, e in alcuni casi eliminarla. Questi metodi si concentrano su perdita di peso e aumento dell’attività fisica. Cambiamenti efficaci nello stile di vita possono includere:

  • Adottare una dieta povera in carboidrati, ipocalorica o chetogenica;
  • Camminare per 30 minuti al giorno;
  • Aumentare i livelli settimanali di esercizio, ad esempio andando in palestra;
  • Sottoporsi a interventi chirurgici per ridurre il peso.

A quale specialista rivolgersi?

Medici specializzati in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo sono ugualmente in grado di diagnosticare e trattare insulino-resistenza e prediabete.

Questo sito Web utilizza cookie propri e di terzi per raccogliere informazioni al fine di migliorare i nostri servizi, per mostrarle pubblicità relative alle sue preferenze, nonché per analizzare le sue abitudini di navigazione..